Get Free Quote
Get Started
Learn SEO

Statistiche del sito web


Che cosa sono le statistiche del sito web? La Web Analytics Association le definisce come "la localizzazione, la raccolta, la misurazione, il reporting e l'analisi oggettiva di dati Internet quantitativi al fine di ottimizzare i siti web e le iniziative di marketing".

Ricorda i giorni in cui doveva chiedersi quale metà della sua pubblicità andasse sprecata perché non c'era modo di scoprire cosa funzionasse e cosa no? Ora non è più così! Con le statistiche del sito web, può capire chi sono i suoi visitatori e comprendere i modelli di traffico, le campagne di marketing, le dinamiche di conversione e altro. Questo strumento può aiutarla a ottimizzare il rendimento del suo sito web e della campagna pubblicitaria allo scopo di ottenere il massimo rendimento del capitale investito (ROI).

Fase 0: Introduzione alle statistiche


Gli esperti di marketing vogliono sapere se i loro siti web attirano i visitatori e se il loro investimento è andato o meno a buon fine. Con le statistiche del sito web, lei può conoscere le tendenze dei siti web, capire come i visitatori interagiscono con il suo sito web e individuare i punti di strozzatura nella navigazione che impediscono ai visitatori di completare i loro obiettivi di conversione. Attraverso la segmentazione dei visitatori, può anche scoprire quanto sono redditizie le sue campagne di marketing tramite i motori di ricerca e/o le strategie di ricerca come Search Engine Optimization, "pay per click" e la pubblicità "Pay-For-Calls".

Scoprite esattamente da dove vengono i vostri clienti migliori e quali sono i mercati più redditizi. Le statistiche PPC e SEO possono mostrare il funzionamento del vostro sito e come i visitatori interagiscono con esso.

Analytics Framework Graphic

Il miglioramento continuo dovrebbe essere una parte fondamentale dei suoi obiettivi di statistica del sito web. Non basta limitarsi a misurare. Ciò che deve fare è distribuire i risultati della misurazione a tutto il personale chiave, soprattutto agli addetti alle vendite e al marketing, allo scopo di migliorare continuamente il suo sito web e le sue campagne di marketing.

Deve inoltre saper riconoscere l'esistenza di ostacoli all'attuazione delle azioni suggerite dai suoi report di statistica SEO e PPC. A volte non è chiaro quali azioni debbano essere intraprese. Altre volte la direzione non condivide i report con tutte le persone con cui dovrebbe. Alla fine, molte società non intraprendono azioni basate sui loro dati a causa dell'incertezza e/o per mancanza di risorse.

Ciò può essere evitato istituendo un Programma di miglioramento continuo (in inglese CIP ovvero "Continuous Improvement Program") fondato sui Key Performance Indicators. Una volta istituito e compreso il suo CIP, le modifiche al suo sito web saranno apportate sulla base di principi che garantiscono la realizzazione dei guadagni previsti - e i guadagni si rispecchieranno nel suo risultato economico.

Per comprendere ciò che le statistiche del sito web possono fare per lei e riuscire a capire che cosa misurare, perché e cosa questi parametri significano per la sua attività, è utile applicare il Customer Life Cycle framework.

Maggiori informazioni di base - Key Performance Indicators, Customer Life Cycle Framework


Fase 1: Determinare le esigenze


La maggior parte dei siti web commerciali offre ai visitatori una serie di attività da svolgere che soddisferanno gli obiettivi dei visitatori e contribuiranno al risultato economico delle aziende. Tali attività consistono di solito in un processo in più fasi mediante il quale i visitatori possono realizzare i loro intenti. È importante rendere questi processi il più intuitivi possibile per l'utente ai fini della soddisfazione del cliente e del successo dell'azienda.

Il più importante di questi processi è quello che culmina in un acquisto attraverso un percorso di vendita. Un tipico percorso di vendita si articola in tre o quattro passaggi, che comprendono un carrello della spesa. Sfortunatamente, la strada verso la conclusione di un affare è piena di abbandoni. Le percentuali di abbandono dei carrelli si attestano ancora tra il 50 e il 60 per cento. Ciò significa che più della metà dei carrelli online viene abbandonata. DoubleClick stima che l'abbandono dei carrelli determini $ 4,51 di ricavi persi ogni $ 1,00 di ricavi realizzati dalle vendite.

Gli strumenti di analisi del processo di statistica permettono di misurare la perdita ogni due passaggi nel suo percorso di vendita, indicando anche la perdita totale dall'inizio alla fine. Sapendo quali passaggi hanno il più alto tasso di abbandono, sarà possibile individuare le aree da migliorare. La riduzione delle perdite in qualunque passaggio nel suo percorso di vendita dovrebbe avere un effetto positivo sul suo tasso di conversione complessivo.


Fase 2: Individuare gli obiettivi


Il passaggio successivo consiste nell'individuare le principali attività e azioni che intende migliorare, quantificando i suoi obiettivi. Questi ultimi dipenderanno dalla natura del suo sito web commerciale. Per esempio, potrebbe stabilire l'obiettivo di "aumentare le vendite di widget sul sito del 10 per cento in gennaio, riducendo i passaggi nel 'conversion funnel' da quattro a tre". Si noti che è importante definire un cambiamento specifico e fissare gli obiettivi attesi.

Quattro archetipi di siti web commerciali

La community dell'analisi web è concorde nel sostenere l'esistenza di quattro classificazioni per i siti web commerciali: siti di e-commerce, siti di contenuto, siti per la generazione di contatti qualificati e siti self-service. Di seguito sono riportati alcuni obiettivi generici per i quattro siti web commerciali di base. Queste informazioni possono essere utili nel definire i suoi obiettivi commerciali.

Siti di e-commerce - L'obiettivo consiste nell'aumentare le vendite e nel ridurre le spese di marketing. Le misure di base includono le vendite, i resi e gli abbuoni, le vendite per visitatore, il costo per visitatore e il tasso di conversione. Le misure avanzate includono il mix d'inventario, il reporting delle tendenze, la soddisfazione, RFM (recentezza, frequenza, analisi monetaria) e altre tecniche di modellamento predittivo.

Siti di contenuto - L'obiettivo consiste nell'aumentare il livello di interesse e tempo trascorso nel sito dai lettori (appiccicosità di un sito, in inglese "stickiness"). Le misure di base includono la lunghezza della visita, le pagine visualizzate e il numero di iscrizioni e di iscrizioni cancellate.

Siti per la generazione di contatti qualificati - L'obiettivo consiste nell'aumentare e segmentare la generazione di contatti qualificati. Le misure di base includono i download dei white paper, il tempo trascorso nel sito, i consensi a ricevere newsletter, i tassi di rifiuto sulle pagine di contatto e il rapporto dei contatti qualificati giunti a buon fine.

Siti self-service - L'obiettivo consiste nell'aumentare la soddisfazione dei clienti e nel diminuire le richieste di assistenza da parte loro. Le misure di base includono una diminuzione nella lunghezza delle visite e meno chiamate a un call center, in quanto queste sono misure della soddisfazione del cliente.

Con obiettivi chiaramente definiti e un valido strumento di statistica, l'incarico di misura diventa una realtà. I suoi obiettivi indicano che cosa lei vuole fare con il suo sito web o con le campagne di marketing. Tenga presente che i suoi obiettivi devono essere quantificati:

  • 100 contatti qualificati al mese
  • Vendite lorde di prodotti di $ 1 milione nel prossimo trimestre
  • 50 iscrizioni alla newsletter al mese
  • 100 registrazioni su siti web al mese

Una volta definiti, gli obiettivi devono essere suddivisi in piccoli passaggi, ordinati per priorità e resi rilevabili.

Fase 3: Definire i parametri


"Con così tanti dati disponibili sui server web, qual è la cosa più importante da misurare? Il parametro più importante è quello che aiuta a migliorare il proprio sito." … Jim Sterne, "Parametri Web."

Potendo misurare e analizzare un'ampia gamma di dati dei siti web, è importante sapere che cosa misurare per migliorare i propri risultati commerciali. Questo suggerisce variabili del risultato economico come i costi e i ricavi. Quali processi commerciali influiscono sui costi e sui ricavi? Dopo averli identificati, può manipolarli per ottenere profitti maggiori. Di seguito sono riportate alcune domande che potrebbe porre per individuare i parametri rilevanti per l'analisi.

  • Attira visitatori unici (in inglese "unique visitor") sul suo sito?
  • I visitatori trascorrono del tempo nel suo sito? Se sì, dove?
  • Quanto bene riesce a convertire i visitatori nel suo sito?
  • La navigazione nel suo sito aiuta i visitatori a svolgere le azioni che desiderano?
  • Quale comportamento indica che un visitatore è disposto ad acquistare?
  • In che cosa differisce il comportamento dei segmenti di clienti?
  • Come può la definizione dei profili aiutarla nel cross-selling e nell'up-selling?
  • Qual è il suo tasso di abbandono?
  • Come descrive i suoi migliori clienti?
  • Come misura la fedeltà?

Una volta che ha individuato i suoi processi più importanti che portano alla conversione, deve fissare obiettivi chiari e quantificabili per il miglioramento.

Desiderate assistenza sui parametri? - Parametri per misurare la portata, Misura della fidelizzazione, Misura della Conversione, Utilizzo di un Conversion Funnel


Fase 4: Raccogliere i dati



Strumenti di misurazione

L'unità di base utilizzata per la contabilità del sito web è il file di log. Questo raccoglie i micro dettagli di ogni interazione dell'utente. Le informazioni personali non sono incluse nell'analisi del file di log. All'inizio, l'analisi del file di log era il solo strumento disponibile per la misura e l'analisi dei siti web. Più di recente si sta sempre più affermando il tagging delle pagine JavaScript, che viene utilizzato dal modello di soluzione "hosted" dell'Application Service Provider (ASP).

Raccolta dei dati

Esistono due tipi di strumenti di statistica dei siti web per la raccolta dei dati: quelli che utilizzano i dati di log del server web e quelli che utilizzano il tagging delle pagine con JavaScript.

Il tagging delle pagine richiede l'inclusione di una riga di codice JavaScript su ogni pagina che si riferisce a un file JavaScript sul suo sito web. Questo permette di rintracciare tutte le informazioni specificate con uno sforzo minimo. Inoltre, i dati da siti web diversi possono essere facilmente aggregati per dimostrare un traffico trasversale e i flussi di pagine tra i siti. Disponiamo di numerose informazioni sui tag delle pagine e sui vantaggi e svantaggi. Per maggiori informazioni la invitiamo a visitare la nostra sezione sui tag delle pagine.

Quando i tag delle pagine vengono usati come fonte di dati, il browser web del visitatore permette di raccogliere i dati. Questo tipo di raccolta dei dati è chiamato "client-side" o "front-end." Un motivo della crescente popolarità del modello ASP delle statistiche dei siti web è che la barriera all'ingresso è più bassa rispetto a una soluzione software. Una soluzione "hosted" non ha costi di sviluppo e spedizione del prodotto, in quanto quest'ultimo viene consegnato elettronicamente. In secondo luogo, questa soluzione in outsourcing permette alle società un pagamento immediato, senza spese per l'acquisto della licenza software, hardware, spazio di rete e risorse umane destinate alla gestione e alla manutenzione.

Le soluzioni "client-side" funzionano così:

  • Iscriversi al servizio e pagare anticipatamente le commissioni d'installazione o avvio e le commissioni mensili basate sul volume di traffico e sulle operazioni del sito web.
  • Il venditore fornisce una serie di tag di JavaScript concepiti per rilevare le informazioni sui suoi visitatori. I tag devono essere aggiunti a tutte le pagine del sito web di cui desidera tenere traccia.
  • Aggiungere il codice al suo sito, impostando le variabili di codice come specificato dal suo venditore.
  • Quando i visitatori arrivano nel suo sito, questi scaricano le sue pagine web, che includono un tag di pagina.
  • Quando le sue pagine vengono scaricate nei browser dei suoi visitatori, i tag di pagina si attivano e i dati vengono inviati al centro dati del venditore per mezzo di una richiesta di immagine relativa a un'immagine piccola o a un file; una lunga stringa d'interrogazione viene aggiunta alla richiesta di immagine.

Questo componente viene talvolta denominato "web bug".

  • Il centro dati riceve la richiesta di immagine e passa la stringa d'interrogazione nel modello di dati specifico del venditore.
  • Quando l'immagine viene rinviata al cliente, l'operazione è completata.
  • A questo punto, lei può effettuare il log-in a un'interfaccia online sicura per visualizzare i dati contenuti in report predefiniti, oppure ricevere report personalizzati via e-mail.

Desiderate assistenza per la raccolta dei dati? - Tag di Pagina, Svantaggi dei Tag di Pagina, Cookies, File Web

Fase 5: Registrare i dati


Deve iniziare da un punto di partenza per la misurazione dei cambiamenti attesi. Secondo l'esempio illustrato in precedenza (nella Fase 2: "aumentare le vendite di widget sul sito del 10 per cento in gennaio, riducendo i passaggi nel 'conversion funnel' da quattro a tre"), dovrebbe iniziare dalla registrazione delle vendite di widget del sito web in dicembre. Dovrebbe anche importare queste informazioni in un foglio di lavoro Key Performance Indicator di modo che tutti i soggetti coinvolti siano informati e possano monitorare l'effetto dei cambiamenti del sito web.

Poiché c'è sempre più di un modo per fare una cosa e "se qualcosa può andar male lo farà", occorre assegnare una priorità a ogni componente e trovare una soluzione potenziale per una distribuzione efficace delle risorse.

In merito all'obiettivo definito nel nostro esempio di "aumentare le vendite di widget del 10 per cento", è ragionevole sospettare che vi siano altri due possibili cambiamenti del sito che potrebbero aumentare i tassi di conversione in widget (in aggiunta alla serie di passaggi nel processo di conversione). Potremmo avere una scarsa chiamata all'azione (in inglese "call to action") nel passaggio finale della conversione, oppure il nostro requisito di registrazione potrebbe impedire le conversioni.

È importante suddividere un problema percepito in tante piccole azioni, testandole una alla volta in base alla loro probabilità di successo. Questo crea micro ipotesi che possono essere facilmente testate.

Fase 6: Testare le strategie di miglioramento



Tassi di conversione diversi

Si noti che il processo di vendita non è l'unico processo multifase importante che può essere misurato. Vi sono diversi tassi di conversione che vale la pena misurare sulla maggior parte dei siti web commerciali. Per esempio, di seguito sono riportate alcune altre attività che possono essere misurate ai fini del miglioramento.

  • Downloads
  • Moduli di generazione di contatti qualificati
  • Funzioni di ricerca
  • Navigazione che porta alle informazioni

I processi più importanti che può misurare (oltre alle conversioni) sono quelli che raccolgono informazioni di valore dai suoi visitatori che possono risultare vantaggiose per la sua azienda. Come ultima cosa, faccia confronti solo con i dati precedenti del suo sito personale. Non confronti i parametri del suo sito con quelli dei suoi concorrenti o con le medie del settore; tali confronti sono privi di valore.

Utilizzo degli strumenti di misura della conversione

Quando ha in mente un'attività che vorrebbe misurare, dovrebbe anzitutto chiedere a se stesso: "Se riusciremo a ottenere più visitatori per completare quest'attività, il nostro sito avrà più successo?". Se la risposta è sì, allora vada avanti a misurare. Le attività commerciali online misurate più frequentemente sono:

  • Il processo di vendita - per individuare quali passaggi contribuiscono all'abbandono e per monitorare i cambiamenti nei tassi di conversione e di abbandono.
  • Il processo di registrazione - per capire quali sono le informazioni personali che i visitatori non vogliono fornire.
  • Dimostrazioni lunghe del prodotto/servizio - per assicurarsi che i potenziali clienti vedano tutta la dimostrazione e non solo una parte di essa.
  • Ricerca nel sito - per assicurarsi che i visitatori trovino quello che stanno cercando, in particolare informazioni sui prodotti o di assistenza.

Desiderate assistenza per misurare le conversioni? - Misurazione delle Conversioni, Misurazione della Fidelizzazione.

Fase 7: Attuare i miglioramenti


Poiché le conversioni sono fondamentali per il successo commerciale, è opportuno avviare un programma di test A/B prima dell'attuazione finale dei cambiamenti nel sito. Provi una alla volta due versioni diverse, quando testa i cambiamenti nel testo di una pagina di atterraggio (in inglese "landing page") per la chiamata all'azione. La tabella seguente mostra i risultati ipotetici di un simile test.

Test A/B/C
  PAGINA A PAGINA B PAGINA C
Percentuale di traffico 34% 33% 33%
Nuove Vendite 200 220 150
Cambiamento N/A 10% -25%

Test A/B

Uno degli strumenti più usati per misurare l'efficacia di un cambiamento proposto a un sito web o di un cambiamento di una campagna è il test A/B. Può testare versioni diverse rispetto a questo benchmark e questo test le dice quali cambiamenti hanno un effetto migliore e in quale misura.

Il vantaggio del test A/B consiste nel fatto che può inviare una percentuale del suo traffico alla pagina o alle pagine con i cambiamenti proposti, inviandone contemporaneamente una parte alla pagina corrente. In tal modo può mantenere il suo attuale tasso di conversione per almeno parte del traffico sul suo sito, qualora alcuni dei cambiamenti proposti siano sfavorevoli.

Di seguito sono riportate alcune linee guida che la aiuteranno a ottenere risultati significativi e misurabili, se intende eseguire dei test A/B su un cambiamento del sito web o di una campagna via e-mail.

  • Modificare una sola variabile alla volta. Questa è una regola fondamentale per testare qualunque di tipo di modifica. Ciò è dovuto al fatto che, cambiando più di una variabile alla volta, lei non è in grado di determinare quale variabile è responsabile del cambiamento e in che misura.
  • Imparare il processo esatto per deviare il traffico. Uno dei problemi del test A/B è che gli esperti di marketing non comprendono appieno il meccanismo di deviazione del traffico e non ottengono di conseguenza numeri precisi del traffico. Esistono diverse strategie che possono essere utilizzate per deviare il traffico, ma queste non sono di facile comprensione per i profani. Lo scopo del meccanismo di deviazione del traffico consiste nel reindirizzare una percentuale nota di visitatori attraverso un processo modificato. In una situazione ideale, la percentuale di traffico da reindirizzare può essere facilmente modificata senza dover modificare radicalmente le pagine.
  • Stabilire misure precise del volume: iniziare ottenendo un conteggio dei "visitatori a pagina" dallo strumento di statistica del suo sito web come passaggio 1 nel test A/B. Ciò le assicura di ottenere effettivamente la percentuale di traffico che si prevede passerà attraverso il suo "funnel" in base al numero di cambiamenti testati. Per esempio, se opera una divisione 50/50 tra A e B, dovrebbe vedere numeri pressoché uguali di visitatori della prima pagina nel processo e continuare a eseguire il test finché i numeri non convergeranno sul 50 per cento circa lungo ogni percorso. Se si tratta di un test triplice, dovrebbe vedere una distribuzione del 33/33/34 per cento di visitatori che passano attraverso ogni percorso.
  • Cercare differenze significative: se nota una differenza nel tasso di conversione per il test B, deve assicurarsi che questa differenza sia significativa (>,05) e possa quindi essere attribuita al passaggio modificato nel processo di vendita. Differenze minori possono essere dovute a variazioni nella qualità dei visitatori (rumore, in inglese "noise"). Esegua il suo test finché tutti i cambiamenti potranno essere attribuiti al passaggio esatto che è stato modificato, oppure finché non sarà certo che non vi sia stato alcun cambiamento.
  • Si prenda del tempo per svolgere un null test: prima di seguire il test A/B, esegua un null test facendo passare il 50/50 del traffico attraverso esattamente le stesse pagine che dovranno essere sottoposte al test A/B. Ciò le permetterà di verificare se si ottengono gli stessi tassi di conversione e di abbandono e se i suoi strumenti di misura sono impostati correttamente. Se non si avvicina agli stessi tassi (entro ,05) per entrambi i test, allora c'è qualcosa che non va e i suoi dati risultanti dal test A/B non saranno validi. Se si presenta questo problema, verifichi (1) se i visitatori vengono inviati ai test esattamente nello stesso modo, ovvero se i visitatori non vengono preselezionati, inviando più clienti potenziali qualificati verso un percorso piuttosto che un altro; e (2) se sta facendo passare abbastanza visitatori attraverso il test. In base al suo volume di traffico, deve ottenere un campione ragionevole, e questo può richiedere del tempo. Vale però comunque la pena di eseguire un null test, perché questo accrescerà la sua fiducia nei dati del test A/B.
  • Continui il suo test sufficientemente a lungo per assicurarsi che i risultati siano reali. L'errore più comune nel test A/B è quello di non continuare il test per tutto il tempo necessario a determinare le differenze effettive. Nelle prime ore potrebbero esserci tendenze che si invertiranno in un secondo momento. A lei serve un campione rappresentativo prima di poter sostenere che B è meglio di A o viceversa. Per informazioni su cosa costituisce un campione statisticamente rilevante, consulti un testo di statistica.
  • Svolga test di segmentazione: la sua soluzione statistica deve offrire solidi strumenti di segmentazione. Segmentando i visitatori oggetto del suo test, potrà monitorarne le attività quando torneranno nel suo sito. Questo le permette di individuare un possibile gruppo di visitatori a valore aggiunto se emerge che una buona percentuale dei suoi visitatori nel test B (risultati del test A/B a favore di B rispetto ad A) sono tornati nel sito web entro due mesi per fare un altro acquisto. Può anche confrontare queste informazioni con i parametri di fedeltà a livello di sito per una migliore comprensione degli effetti a lungo termine del suo test A/B.

Il test A/B può aiutarla a trarre vantaggio dal processo di miglioramento continuo. Il lato positivo del test A/B è che, se i cambiamenti da lei proposti sono sfavorevoli, non tutti i suoi visitatori vi saranno soggetti, ma lo saranno soltanto coloro che sono passati per il test B. Tale procedura risulta migliore rispetto ad apportare il cambiamento senza test e sperare che tutto vada per il meglio. Il lato negativo è che il test A/B è un processo complesso che richiede conoscenze, precisione e tempo.

Fase 8: Misurare i risultati


Charts Showing Measurements of SEM Campaigns

In passato, pochi esperti di marketing si interessavano alle conversioni, e ancora meno al rendimento del capitale investito (ROI) per le iniziative di marketing. Infatti, molti esperti di marketing pensavano che le campagne di marketing tramite i motori di ricerca fossero troppo difficili da misurare. Uno studio di settore condotto nel 2003 indica che 3 esperti di marketing su 10 non misuravano le campagne tramite i motori di ricerca, mentre 4 su 10 utilizzavano parametri web obsoleti, come le percentuali di click.

Uno studio del 2005 sui parametri di ricerca rivela che quasi 1 search marketer su 2 che affida la SEO in outsourcing e ha pagato servizi di ricerca non sceglie di misurare il ROI, non è in grado di calcolare il ROI, oppure non sa distinguere tra la SEO e il ROI nella ricerca pagata. Questo risultato è stato ottenuto nonostante il fatto che la maggior parte dei venditori offra l'accesso a strumenti di statistica dei siti web. Si potrebbe pensare che gli esperti di marketing siano interessati a convalidare le loro prestazioni di venditori quantificando i risultati per mezzo di statistiche del PPC e della SEO.

Richiesta di un marketing Quantificabile

Avrà certamente sentito la famosa espressione "Metà del denaro che spendo in pubblicità è sprecato, e il guaio è che non so quale metà sia". Questa frase viene attribuita sia al rivenditore John Wanamaker che al fondatore di Unilever, Lord Leverhulme. Il marketing ha fatto molta strada da allora, soprattutto con l'avvento del marketing online e con l'attuale proliferazione di strumenti di statistica dei siti web.

Mentre gli esperti di marketing sono determinati a compiere un salto di qualità in termini di quantificabilità del marketing con la disponibilità dei nuovi strumenti di statistica dei siti web, pochi di essi usufruiscono di questi strumenti per misurare il rendimento del marketing. Gli alti dirigenti societari chiedono una maggiore quantificabilità ai loro uffici marketing e pochi Chief Marketing Officer sono in grado di assicurarla.

Web Marketing Efforts Confidence

Un'indagine ANA condotta quest'anno tra esperti di marketing nazionali ha rivelato che la maggioranza dei rispondenti (61,5%) ritiene che si debba definire, misurare e attuare la resa della pubblicità. Tuttavia, meno di un quinto (19%) è soddisfatto della propria capacità di farlo. Sembra che siano stati compiuti molti pochi progressi dal 2002, quando eMarketer ha riferito che il 56 per cento degli esperti di marketing non usufruiva degli strumenti per misurare il rendimento del marketing.

Fase 9: Ricominciare daccapo!


Una volta ultimato il processo, l'unica cosa che resta da fare è ricominciare tutto daccapo! Il monitoraggio continuo delle sue conversioni e l'adattamento dei suoi obiettivi e parametri le consentiranno di mantenere il vantaggio sulla concorrenza. Dicono che con la conoscenza si è a metà della battaglia e questa metodologia è concepita per portarla fin là. Studiando i suoi dati e attuando diverse strategie, lei sarà in grado di individuare le aree che necessitano di un miglioramento al fine di sfruttare al massimo il suo ROI. Come in qualunque altra area legata al Marketing On Line, il modo migliore per avere successo è l'affinamento continuo. Una volta raggiunti i suoi obiettivi, torni indietro e se ne ponga di nuovi. Gli obiettivi già raggiunti sono il suo nuovo punto di partenza, c'è sempre qualcosa in più da raggiungere, quindi continui ad alzare la posta.